BoH Art Project 2007
Contemporary Hungarian Art Competition and Exhibitions


Exhibitions / Mostre

1. Piccola Gelleria, Bolzano/Bozen
Oct.2007
2. Nadamas, Bolzano/Bozen
Dic.2007
3. Grand Hotel, Dobbiaco-Toblach
Apr.2008
4. Hospital Galleria, Bolzano/Bozen
Mag.2008

-

Artists

Bakos Zoltán - Székesfehérvár,

Bullet Shih Budapest - New York City,

Fazekas Fanni Bolzano - Budapest,

Mária Katona - Zsombori Ócsa,

Osgyányi Sári - Budapest

-

Special Guests

Dr. Luis Durnwalder - Governor of provincie of Bolzano - Bozen
Prof. Kuno Prey - President of Free University of Bolzano, Faculty of Design and Art


_

-

Progetto BoH Art 2007

L‘idea è nata dal fatto che Bolzano è una città di frontiera dove passano persone di diverse nazionalità con culture e mentalità diverse. La vita culturale di Bolzano, oltre a dare ampio spazio ad aspetti tradizionali della società altoatesina, è anche aperta a influenze moderne e contemporanee. Bolzano è caratterizzata da un’apertura interculturale innata dovuta alla sua peculiarità storica.

Fanni Fazekas è cresciuta in Ungheria, studia arte da circa 17 anni, vive a Bolzano da ormai 9 anni ed è inserita in un contesto culturale e artistico che la porta a stretto contatto con artisti italiani e internazionali.

Da diverso tempo ha maturato l’idea di presentare a Bolzano opere di artisti ungheresi contemporanei ancora attivi, considerando che nelle gallerie di Bolzano lo spazio per artisti provenienti dai nuovi paesi membri comunitari è ancora poco sviluppato.

Il progetto si propone di realizzare una serie di mostre collettive e singole con artisti ungheresi.

Il nome della mostra è strettamente legato alla nascitá di questa idea: BoH vuole essere il marchio di questo evento, in modo che il pubblico posso riconoscere immediatamente il concetto ed il significato di queste mostre, ogni volta che viene nominata.

Si tratta di artisti diversi fra loro. Le opere e i linguaggi sono diversi. Gli artisti sono persone con nazionalità ungherese che vivono e lavorano sia in Ungheria che all’estero. Fra gli artisti che espongono durante la mostra ci sono artisti appartenenti a minoranze ungheresi. Ci sono molti ungheeresi –minoranze oltre i confini ungheresi, che non hanno la cittadinanza, nazionalitá ungherese, ma si dichiarano ungheresi.

Per unire artisti e linguaggi molto diversi fra di loro, il nome doveva racchiudere questa moltitudine di significati, storie e percorsi che non ponessero limiti alla creatività artistica. Il nome BoH permette questa apertura. Il significato sarebbe più o meno “che ne so” o “non lo so”, è un’espressione italiana semplice usata sia da italiani che tedeschi di Bolzano . di Bolzano ed e una parola in italiana, usato alter tanto dai italiani.

BoH ha dunque un duplice significato: da una parte l’informalità del significato che evoca questa espressione si allaccia all’ampia gamma di tecniche, tematiche e linguaggi presentati; dall’altra il titolo unisce le iniziali di Bolzano e Hungary

Fanni Fazekas

Bolzano / Bozen 2006